Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2012

Natale e Capodanno

Tempo di Natale e di Capodanno. Tempo di auguri, che fluttuano per l’aria come botti rumorosi, di felicità, di eventi gioiosi, di fortune. E intanto la gente continua a soffrire, ad essere uccisa, violentata, inabissata. E gli auguri di felicità, di eventi gioiosi, di fortune continuano a fluire indisturbati, nonostante sappiamo bene che la vita è fatta di gioie ma anche di dolori e di fatiche.

Non siamo realisti, se continuiamo ad augurare solo fatti positivi, e non il bene, per i nostri cari. Bene che consiste anzitutto nel prepararsi alle circostanze, belle o brutte che siano, in modo da affrontarle con serenità. Bene che consiste nel ricercare un senso alla vita, una crescita nella propria visione del tempo e delle cose. “Augurio” significa proprio “crescita”: non nei possessi, ma nell’essere; non nella servitù alle cose, ma nella signoria su di esse. E il tempo di Natale può aiutarci a vedere le cose con gli occhi del bambino, che si affida e confida, ma che sa distinguere come nessun altro il bene dal male.

Il mio augurio per il nuovo anno è allora quello di bene per tutti; non nelle cose, ma nelle persone, non negli avvenimenti, ma nell’atteggiamento interiore adeguato per affrontarli. Buon 2013 a tutti voi!

Annunci

Read Full Post »

Non abbiamo bisogno

Non abbiamo bisogno di ritorni al passato, di guitti da basso avanspettacolo, di barzellette oscene, di disprezzo per le donne, di improvvisazione di competenze mai avute, di menzogne collettive, di festini obbrobriosi, di vecchi bavosi dietro una donna procace, di battute sgradevoli davanti al mondo, di ricatti da re mida.

Non abbiamo bisogno di difesa dei privilegi per nessuno, meno che mai per una Chiesa che dovrebbe scrollarseli di dosso, invece di rivendicarli.

Non abbiamo bisogno di politiche scriteriate e irresponsabili che vorrebbero assumere la veste di moderatismo, di moralismi che diventano dita puntate contro qualsiasi persona pregiudizialmente “diversa”.

Non abbiamo bisogno di economie che crollano al sentire soltanto un nome e un cognome che si riaffacci sulla scena politica, non abbiamo bisogno di sorrisi di compatimento e di discredito nei confronti di chi ci rappresenta.

Non abbiamo bisogno neanche di sapere a chi mi sto riferendo, non merita nemmeno l’identità di un nome e di un cognome.

Read Full Post »