Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2018

Diavolo!

Quando, sedicenti cattolici “tutti d’un pezzo”, contestiamo Papa Francesco, imputandogli debolezza dottrinale, cedimento al marxismo, buonismo nei confronti dei peccatori e dei deboli, apertura ai fratelli di altre religioni…
Quando chiudiamo i porti, considerando nostra esclusiva proprietà la terra che calpestiamo…
Quando definiamo “nostro” il nostro e “casa loro” gli stretti spazi scampati alle nostre razzie…
Quando escludiamo dalla scuola i bambini immunodepressi e preferiamo che la frequentino i figli dei no-vax…
Quando la nostra legge è la separazione, la discriminazione, l’esclusione…

… siamo etimologicamente “diabolici”. Sì, diavolo vuol dire separatore.

Se dobbiamo utilizzare un modo per verificare non che Dio sia dalla nostra parte, ma che noi siamo dalla parte di Dio, un criterio semplice è che i nostri pensieri, atteggiamenti, azioni, non siano “diabolici”, cioè tendenti a separare e ad escludere.

Tutti i rosari agitati fra le mani non valgono un “non hanno più vino” di Maria; tutti i Vangeli tascabili esibiti nei comizi non valgono un “va’ e fa’ anche tu lo stesso” del buon Samaritano. E tutti i voti dei cattolici alla lega non valgono un “nessuno ti ha condannata?”.

Se un nemico hanno Cristo e i cristiani è Satana, il cui nome è “diavolo”. Impariamo a fare chiarezza nella nostra fede e nelle opere ad essa connesse.

Annunci

Read Full Post »